CREDITO DI IMPOSTA SUI COSTI DI ENERGIA ELETTRICA E GAS

Ricordiamo la possibilità di ottenere un credito di imposta su costi sostenuti per la materia prima di energia elettrica e gas naturale.

 

Il credito di imposta spetta (oltre che alle imprese energivore e gasivore) anche alle imprese non energivore e non gasivore in possesso dei requisiti (già comunicati in precedenza) che riepiloghiamo nella seguente tabella di sintesi:

Tipo Cliente

Utenza

Requisiti soggettivi

Requisito di onerosità

Agevolazione

I° trimestre 2022

II° 

trimestre 2022

III° 

trimestre 2022

Ottobre-Novembre 2022

Impresa non energivora

Energia elettrica

Dotata di contatore di potenza 

- pari o superiore a 16,5 kWh

per II° e III° trim. 2022)

- pari o superiore a 4,5 KWh per ottobre/novembre 2022

Variazione del costo medio del kWh superiore al 30%

 

Credito di imposta del 15% sulla spesa energetica

Credito di imposta del 15% sulla spesa energetica

Credito di imposta del 30% sulla spesa energetica

---

Impresa 

non gasivora

Gas Naturale

Nessun requisito specifico

Variazione prezzo medio di riferimento del MI-GAS superiore al 30%

---

Credito di imposta del 25% sui consumi non termoelettrici

Credito di imposta del 25% sui consumi non termoelettrici

Credito di imposta del 40% sui consumi non termoelettrici

 

Per agevolare le imprese nella verifica della sussistenza dei requisiti e nella determinazione del valore del credito, abbiamo predisposto un servizio specifico che comprende la verifica dei requisiti di onerosità, il calcolo dell’agevolazione il rilascio della documentazione (da conservare per eventuali verifiche successive) che comprende il prospetto riepilogativo, il prospetto dettagliato degli importi utilizzati per il calcolo e il fac-simile di F24 con importi e codici tributo da utilizzare per le compensazioni.

Il credito d’imposta del 2° Trimestre si potrà utilizzare in compensazione entro il 31/12/2022 mentre i crediti del 3° Trimestre e di ottobre-novembre potranno essere utilizzati entro il 31/03/2023.

NOTA

Le imprese che nel 2019 si rifornivano dallo stesso fornitore da cui si riforniscono oggi, possono richiedere direttamente al proprio fornitore di effettuare il calcolo dei crediti spettanti. 

L’ARERA ha chiarito che il venditore è tenuto a rispondere alla richiesta anche se la stessa perviene in data successiva al termine dei 60 giorni dalla fine del trimestre di riferimento.

 

Metromappa dei Servizi

Europe, Rome

 

 


 


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.